Planeta-Brut-Metodo-Classico

Brut Metodo Classico

Sicilia D.O.C.

100% Carricante

Metodo Classico da uve autoctone coltivate in un ambiente climaticamente vocato. Carricante vendemmiato in anticipo e lavorato con la massima cura e con la sapiente consulenza di Josef Reiterer. Tutte le operazioni sono svolte manualmente per un brut che esplora le terre nere dell’Etna.

Riconoscimenti

Brut Metodo Classico
Falstaff 91
James Suckling 90
Wine Enthusiast 90
 
Chiudi

Altimetria

815/850

Sopra il livello del mare

01

Clima

21°Temperatura media

brutnobrutconetna

Sistema di allevamento

Cordone speronato e Guyot

Densità di impianto

5.000 piante per ettaro

Adesso

19.9°C

Cloudiness 20%
Umidità 64%
Vento 6.2mh ↖

Prima annata

2009

03
05

Epoca di vendemmia

20

settembre

vinificazione

Vinificazione

Le uve vengono vendemmiate precocemente in casse in modo da preservarne l’acidità; successivamente sono pigiadiraspate ed avviate in pressa soffice; il mosto decantato viene travasato ed inoculato con lieviti; fermenta a 15 °C in vasche di acciaio; il vino così ottenuto rimane sino a gennaio sulle fecce fini con continue agitazioni; a fine marzo viene preparato per il tirage e viene imbottigliato; rimane sulle fecce per 20 mesi, a 12 °C, ed in seguito si effettua la sboccatura

Planeta-Brut-Metodo-Classico
brut

Gradazione alcolica

12%vol.

07

Capacità di invecchiamento

Da 3 a 5 anni

Note organolettiche
  • Occhi
  • Naso
  • Bocca
Un Metodo Classico Etneo? Si-può-fare! Una sorpresa straordinaria che questa montagna siciliana ci ha regalato grazie alla freschezza del Carricante raccolto leggermente prima del tempo e grazie alle sabbie fini che riescono assieme a generare non solo profumazioni di floreali mai invadenti ma anche un fruttato citrico di grande mineralità che supporta un perlage raffinato e persistente.
In bocca il vino scorre morbidissimo con un sapore delicato di cedro e frutto della passione. Incanto gustativo sorprendente, ricco e punteggiato da aromi di macchia mediterranea.
06
Abbinamenti
Perfetto per iniziare, o finire, qualunque serata, la sua freschezza acida gli consente di arrivare la dove molti vini non possono osare come una frittura o piatti di marcata untuosità.
Con la Cucina di Casa Planeta
panelle

Panelle (frittelle di ceci)

INGREDIENTI

Per 4 persone

500 g di farina di ceci

1,5 litri di acqua

20 g di prezzemolo tritato

olio di arachide per friggere

sale

pepe nero

 

DIFFICOLTÀ 2/5 | TEMPO 40 minuti

In una casseruola miscelate l’acqua e la farina di ceci, facendo attenzione a non formare grumi. Regolate di sale e pepe nero e portate a ebollizione mescolando con una spatola.
Quando la crema di ceci si sarà addensata e si staccherà dalle pareti della pentola, sarà pronta. Aggiungete il prezzemolo tritato e fate raffreddare l’impasto stendendolo in un contenitore rettangolare o cilindrico ben oleato. A noi piace metterla sul retro di un vecchio piatto incavato, leggermente bagnato e oleato. Quando sarà raffreddata, tagliatene dei quadrotti o degli spicchi da friggere in abbondante olio di semi. Volendo, al posto del prezzemolo si possono utilizzare i semi di finocchio.

Iscriviti alla newsletter